Ascolto il tuo cuore, città.
Incontri sulle forme della convivenza

A cura di Claudia Baracchi
Con letture degli allievi della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro

Ci sono città morte, città sepolte, o finite in fondo al mare. Città vive, sopravvissute, o rinate. Città che sorgono in una notte, e l’indomani traboccano di moltitudini venute chissà da dove, e fumano dai grandi camini. Città di giardini e fontane, ridotte a relitti. Ci sono città che si allungano sui pendii, o scavalcano fiumi. Città fatte come occhi, o come immensi reticolati senza capo né coda. O come labirinti.
Ma perché nasce una città? Cosa la fa vivere? Cosa la lascia morire, nella natura che ritorna sovrana? Ma soprattutto, perché non possiamo pensarci senza la città, senza questo spazio in cui va in scena lo spettacolo d’arte varia che siamo noi? Nel cuore della natura umana, è il battito della città.

Questo ciclo di incontri vuole essere un invito a una indagine sulla convivenza umana (e oltre) e sulle sue forme. Si pone in continuità con la nuova azione di teatro partecipato promossa da ERT a Modena, “Un bel dì saremo”, e si avvale della collaborazione con la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro, anch’essa recentemente inaugurata. Nei locali della Scuola, aperti per l’occasione alla città, si incroceranno le prospettive di diverse discipline umanistiche e scienze sociali, con lezioni e letture in cui gli studiosi saranno affiancati dagli attori-allievi.

Gli incontri si svolgeranno presso il complesso San Paolo, sede della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro, via Selmi 69 – Modena alle ore 21
Ingresso libero

Lunedì 27 marzo
CLAUDIA BARACCHI
L’animale politico e il teatro di psiche

Lunedì 10 aprile
ROMANO MÀDERA
La convivenza in maschera

Martedì 18 aprile
MICHELE ZINI
La città come ecosistema. Le metropoli teoriche e la identità contemporanea

Martedì 2 maggio
MICHELE SMARGIASSI
La città involontaria: La vita della strada contro l’urbanistica. Testi e immagini

Lunedì 15 maggio
PAOLO JEDLOWSKI
La città e i suoi passanti

Lunedì 29 maggio
CLAUDIA BARACCHI
Tra cielo e terra. La città (ancóra) invisibile

 

CLAUDIA BARACCHI
Docente di Filosofia Antica e Filosofia Europea alla University of Oregon (1996-1998) e alla New School for Social Research di New York (1999-2009), dal 2007 è professore di Filosofia Morale all’Università di Milano-Bicocca. Si occupa di pensiero antico e contemporaneo, filosofia dell’arte, psicoanalisi. Tra le pubblicazioni recenti, Il cosmo della Bildung (con altri, Mimesis, 2016) e Amicizia (Mursia, 2016). È analista a orientamento filosofico.

ROMANO MÀDERA
Professore ordinario di Filosofia Morale e di Pratiche Filosofiche all’Università di Milano-Bicocca. È analista di orientamento junghiano. È uno dei fondatori della Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche “Philo”. Tra le sue recenti pubblicazioni: La carta del senso. Psicologia del profondo e vita filosofica (2012), Una filosofia per l’anima. All’incrocio di psicologia analitica e pratiche filosofiche (Cortina, 2013), C. G. Jung. L’Opera al Rosso (Feltrinelli, 2016).

MICHELE ZINI
Architetto e designer, socio di ZPZ Partners. Docente a contratto del Politecnico (MI) Scuola del Design dal 1998 a oggi, e nei Master Domus Academy in Design (1995-2002) e Urban Management (1999-2002). Ricerche e lavori con Reggio Children (dal 1994 a oggi) e INDIRE. Attività professionale in architettura, interni e design in Italia e all’estero (Tokyo, San Francisco, Dubai, Abu Dhabi, Londra).

MICHELE SMARGIASSI
Con mia grande sorpresa faccio il giornalista, che era il mio sogno da bambino. Mi sono laureato in Storia contemporanea all’Università di Bologna. Dal 1982 ho lavorato a l’Unità, poi dal 1989 a la Repubblica. Mi occupo di società, cultura e, se proprio devo, anche di politica. Oltre a testi per mostre, articoli, cataloghi, riviste, prefazioni e postfazioni, ho scritto alcuni libri tra cui Un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso, (Contrasto, 2009); Ora che ci penso. La storia dimenticata delle cose quotidiane (Dalai, 2011); il saggio La famiglia foto-genica per gli Annali della Storia d’Italia (Einaudi 2004).

PAOLO JEDLOWSKI
È nato a Milano nel 1952. Da oltre trent’anni vive vicino a Cosenza, dove è professore ordinario di Sociologia all’Università della Calabria. I suoi lavori sulla sociologia dell’esperienza, della memoria e della narrazione lo hanno reso uno dei sociologi italiani più letti, non solo nell’ambito della sua disciplina. I suoi ultimi libri sono Intenzioni di memoria (Milano, Mimesis, 2016) e Memorie del futuro (Roma, Carocci, 2017).

Gli allievi della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore, corso Fondamenti di pratiche attoriali, approvato dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo:
ROCCO ANCAROLA, GABRIELE ANZALDI, SIMONE BARONI, GIORGIA BARSOTTI, ORESTE CAMPAGNER, GIULIO CERVI, BRIGIDA CESAREO, CHIARA CHIAVETTA, FEDERICO CORNONI, LUCA D’ARRIGO, GIORGIA FAVOTI, ELENA NATUCCI, MARICA NICOLAI, NICOLETTA NOBILE, MATTEO TAGASTE, MARTINA TINNIRELLO, CRISTIANA TRAMPARULO, GIULIA TRIVERO, MASSIMO VAZZANA

Per informazioni:
EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
TEL. 059.2136011
unbeldi@emiliaromagnateatro.com
www.unbeldisaremo.it
www.emiliaromagnateatro.com