Con Ultima, installazione performativa creata da Christian Boltanski, dal 27 al 30 giugno l’Arena del Sole si trasformerà e sarà avvolta da un’atmosfera misteriosa, densa di stimoli sensoriali, capace di dare vita a un paesaggio acustico e visuale dal forte impatto emotivo.

Opera collettiva, frutto del lavoro di Boltanski e dello scenografo Jean Kalman, in cui oggetti e arredi si rinfrangeranno con l’opera sonora di Franck Krawczyk. La sala acquisterà inedite dimensioni espressive, producendo uno scenario suggestivo in cui si accendono immagini inconsce e sottese, che donano un volto agli oscuri silenzi della memoria evocati dal suono.
Ultima sarà l’occasione di vivere un’esperienza unica, in cui ciascun visitatore, accompagnato dalla musica eseguita dal vivo, sarà invitato ad elaborare un proprio tempo interiore, di visita e di pensiero.

Ultima è uno degli eventi di Anime. Di luogo in luogo, progetto che il Comune di Bologna dedica al grande artista francese e che si svolgerà in vari luoghi della città da giugno a novembre. Curato da Danilo Eccher, Anime. Di luogo in luogo è promosso dal Comune di Bologna (Area Cultura e Rapporti con l’Università e Istituzione Bologna Musei), da Emilia Romagna Teatro Fondazione, in collaborazione con Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e Regione Emilia-Romagna.