Venerdì 24 febbraio al termine dello spettacolo Mar si terrà l’incontro con la compagnia e la presentazione del libro “La formazione dell’attore – Una finestra sul fare insegnare ed essere del Teatro de los Andes” di Giulia D’Amico.
L’incontro verrà realizzato in sala e sarà curato da Alberto Grilli.

Il Teatro de los Andes, gruppo interetnico radicato in Bolivia da oltre vent’anni, è diventato un vero e proprio punto di riferimento all’interno del panorama teatrale del Paese, grazie ai suoi spettacoli e al costante impegno in progetti pedagogici.

L’offerta formativa promossa dal Teatro de los Andes, attraverso i laboratori, è strettamente legata all’estetica e alla poetica del gruppo. L’allenamento ricalca la sua prassi teatrale. A prima vista si sarebbe tentati di definirla un metodo, ma in realtà si tratta di una forma d’insegnare. Forma: qualcosa di malleabile, che cambia a seconda delle mani di chi lo manipola.

Il lavoro dell’attore su di sé è un percorso strettamente personale, legato alle caratteristiche fisiche e vocali della persona e alle sue potenzialità espressive: richiede vocazione, dedizione, autodisciplina e molta pazienza. Attraverso i laboratori, gli alunni hanno la possibilità di sperimentare il confronto diretto con questa pratica attoriale e di calarsi nell’allenamento secondo le proprie possibilità. Per questo il Teatro de los Andes cerca sempre di adattare la proposta formativa alle esigenze di ogni singolo allievo e di sostenerlo nel suo percorso di crescita artistica.