In occasione della domenica ecologica del 5 marzo, un nuovo appuntamento con Linea F(uturo), per attraversare il centro di Modena nello spazio e nel tempo!

 

Linea F(uturo). ’900 invisibile andata e ritorno

Spettacolo itinerante su filobus


con Michele Dell’Utri, Lino Guanciale,
Diana Manea, Simone Tangolo

fermate presso Largo Porta Sant’Agostino, Corso Canalchiaro angolo Corso Duomo, Piazza Matteotti

 

La città del ’900, con i suoi viali e i suoi palazzi, con le sue fabbriche e i suoi caseggiati, con i suoi immensi quartieri e con le cattedrali laiche dei fine settimana commerciali, sembra tutta proiettata fuori dai centri millenari, quasi fosse respinta dall’angusto reticolo delle viuzze medievali così come dal selciato incostante delle vecchie piazze… ma, talvolta, proprio dal cuore più antico della città emerge qualche inattesa scheggia di modernità.

In occasione della domenica ecologica del 5 marzo, un nuovo appuntamento con Linea F(uturo), per attraversare il centro di Modena nello spazio e nel tempo!

Vi aspettiamo a una delle tre fermate: Largo Porta Sant’Agostino oppure Corso Canalchiaro angolo Corso Duomo oppure Piazza Matteotti. Potrete salire sul filodramma assieme ad alcuni degli attori di Un bel dì saremo: percorrerete un pezzetto di centro storico ascoltando il loro racconto sulla città antica che cambia. Se poi non intercettaste il filodramma, non disperatevi però: recatevi alla fermata di Piazza Matteotti, gli altri attori saranno lì ad attendervi.

Ingresso sul filobus libero fino esaurimento posti disponibili.

Evento realizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione, SETA S.p.A., Ufficio Ricerche e Documentazione sulla Storia Urbana del Comune di Modena

nell’ambito del progetto Un bel dì saremo. L’azienda è di tutti e serve a tutti

I materiali storici oggetto del racconto sono tratti da Città e architettura. Il Novecento a Modena, a cura di Bulgarelli V. e Mazzeri C., Modena, Comune di Modena-Franco Cosimo Panini, 2012.